Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Bergamo in Comune | Febbraio 1, 2023

Scroll to top

Top

No Comments

DOLLARO, NATO, CINA-RUSSIA, EUROPA ED UCRAINA

DOLLARO, NATO, CINA-RUSSIA, EUROPA ED UCRAINA

Ventesima parte – Un punto di vista dalla Turchia.

CHI DURERÁ PIÙ A LUNGO NELLA GUERRA DI LOGORAMENTO UCRAINA-RUSSIA?

Yeni Şafak – Martedì 27/12/2022 di Abdullah Muradoğlu

.

Yeni Şafak (“Alba nuova”) è un quotidiano turco islamista e conservatore che è noto per il suo deciso sostegno al presidente Erdoğan e al suo partito AK e che ha, a dir poco, un rapporto molto stretto con il governo turco.

È, ovviamente, decisamente anti-curdo e parla di PKK e di YPG come di gruppi terroristi da estirpare appoggiando con decisione tutte le iniziative militari turche a Cipro, in Siria ed in Iraq ed è rimasto famoso il suo entusiasmo per la guerra tra Azerbaigian ed Armenia di un paio di anni fa e per la sconfitta di quest’ultima.

Tuttavia ha tra le sue fila seri analisti della situazione politica internazionale che, quando gli interessi turchi non sono direttamente in gioco, sono capaci di analisi oggettive e razionali.

.

Abdullah Muradoğlu si è laureato presso l’Università di Marmara a Istanbul in “pubblica amministrazione e scienze politiche” e lavora come giornalista.

Dal 1997, ha scritto moltissimi articoli, interviste, ricerche storiche ed articoli di fondo per Yeni Şafak.

L’Associazione dei giornalisti della Turchia nel 2004 gli ha assegnato il “Turkey Journalism Achievement Award”.

Ha pubblicato quattro biografie di personaggi storici e ha ricoperto vari incarichi in organizzazioni non governative.

Pubblichiamo un suo articolo apparso su Yeni Safak martedì 27/12/2022 in cui pone una domanda fondamentale, senza volutamente darvi risposta.

.

https://www.yenisafak.com/en/columns/abdullah-muradoglu/who-can-last-longer-in-the-ukraine-russia-war-of-attrition-3657905

.

CHI DURERÁ PIÙ A LUNGO NELLA GUERRA DI LOGORAMENTO UCRAINA-RUSSIA?

La guerra Ucraina-Russia e le sanzioni si sono trasformate in una “guerra di resilienza”.

Chi durerà più a lungo? Ucraina? Russia? Europa? Per quanto tempo gli Stati Uniti aiuteranno l’Ucraina?

Questa non è una competizione sportiva, questa è una “guerra”.

Esseri umani stanno morendo e famiglie vengono distrutte.

Le distruzioni economiche causate dalla guerra si protrarranno per decenni.

La guerra e le sanzioni colpiscono non solo l’Ucraina, la Russia e l’Europa, ma il mondo intero.

.

Il debito estero degli USA, che hanno fornito più di 100 miliardi di dollari all’Ucraina, supera i 31 trilioni di dollari.

Questa guerra è una ottima grande torta per il “Complesso militare-industriale americano” il cui onere ricade sul popolo americano.

Ecco perché una nuova generazione di americani si pone più domande sulle “guerre senza fine all’estero” o sulle “guerre per procura”.

Sebbene i politici americani siano estremamente abili e astuti nel respingere queste domande, alla fine devono ascoltare le voci dell’uomo della strada.

Le ali populiste che si sono sviluppate all’interno di entrambi i partiti americani stanno sempre più acquistando importanze e in Europa la situazione non è molto diversa.

.

I “falchi” americani stanno evidenziando solo il presunto danno che la “guerra Ucraina-Russia” ha fatto solo alla Russia.

Il loro obiettivo è indebolire il più possibile la Russia e far sì che gli europei spendano più soldi per la difesa.

Coloro che sostengono i negoziati con la Russia all’interno dell ‘”Unione Europea” vengono zittiti.

Per i “falchi”, che sostengono che la Russia non può essere fermata dalla guerra economica o dalla diplomazia, l’unico modo è prolungare la guerra.

Il prolungamento della guerra dipende dalla continuazione del flusso di armi e denaro verso Kiev.

Per i “falchi”, questo aiuto deve essere pagato dagli Americani e anche gli Europei devono continuare a reggere l’impatto negativo delle sanzioni.

.

Secondo i “falchi” americani con il prolungamento della guerra gli Stati Uniti continueranno a ottenere vantaggi strategici dall’indebolimento della Russia.

In questo approccio gli ucraini sono visti come giocatori virtuali, privi di vita, in una guerra virtuale giocata sugli schermi dei computer.

.

Il presidente russo Vladimir Putin si è detto pronto a negoziare per ottenere “alcuni risultati accettabili”, ma quali siano questi “risultati accettabili” non è chiaro.

Sia il presidente ucraino Volodymyr Zelensky che Vladimir Putin concordano sul fatto che “l’accordo di Minsk-2” è morto.

Zelensky afferma che un prerequisito per i negoziati con la Russia è il ripristino dell’integrità territoriale dell’Ucraina nei confini di prima del 2014 e la Russia, d’altro canto, sostiene che le sue rivendicazioni sui territori che vuole annettere, inclusa la Crimea, dovrebbero essere accettate.

.

Per i “falchi” americani, il primo passo per i negoziati è che la Russia ritiri le sue forze ai confini precedenti al 2014 e accetti tutte le condizioni preliminari, in particolare il risarcimento per le perdite di guerra.

A parte questo, non vengono proposte altre soluzioni diplomatiche.

I “falchi” sostengono di essere in grado di dare all’Ucraina i mezzi per portare un certo livello di distruzione e morte nel territorio della Federazione Russa al fine di forzare la Russia.

Secondo i “falchi” che sostengono questo punto di vista, è tempo che l’Occidente dimostri a Putin che la strategia del “gioco lungo” fallirà.

Dall’amministrazione Biden sono arrivate indiscrezioni secondo le quali i sistemi di difesa aerea “Patriot” saranno forniti all’Ucraina.

Queste indiscrezioni sono considerate essere una indicazione che gli Stati Uniti si stanno preparando a fornire all’Ucraina armi più distruttive, mortali ed efficaci che cambieranno la situazione sul campo.

.

La senatrice repubblicana Lindsey Graham, una delle figure più influenti del Senato degli Stati Uniti, ha fatto commenti interessanti al canale “Fox News” mentre il presidente ucraino Zelenski incontrava il presidente degli Stati Uniti Joe Biden a Washington. Secondo la senatrice Graham, l’unico modo per porre fine alla guerra in Ucraina è che “qualcuno” in Russia “disabiliti” Putin.

Anche la senatrice Graham, che ha rilasciato dichiarazioni simili lo scorso marzo, sostiene che l’amministrazione Biden dovrebbe inviare a Kiev le armi avanzate a lungo raggio che costoro desiderano.

Naturalmente, ci sono serie divergenze di opinione tra i repubblicani al Congresso degli Stati Uniti sulla continuazione degli aiuti militari all’Ucraina, ma alla fine di queste discussioni i “falchi” di solito sono i vincitori.

.

In Ucraina si sta svolgendo una catastrofe umanitaria e le speranze per la fine della guerra stanno svanendo.

La Unione Europea, d’altra parte, si è rivelata estremamente scarsa in una sua eventuale capacità di produrre una soluzione e di superare l’opposizione degli Stati Uniti.

Tra pochi giorni il mondo entrerà in un nuovo anno, ma ci sono pochi motivi per essere ottimisti.

.

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-21/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-20/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-19/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-18/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-17/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-16/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-15/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-14/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-13/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-12/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-11/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-10/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-9/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-8/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-7/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-6/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-5/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-4/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-3/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina-2/

http://www.bergamoincomune.it/dollaro-nato-cina-russia-europa-ed-ucraina/

.

Submit a Comment