Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Bergamo in Comune | Luglio 23, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

NOTIZIE DA OLTRE-CORTINA – 07

NOTIZIE DA OLTRE-CORTINA – 07

.

Questa notizia non viene da Oltre-Cortina, ma dalla comunità palestinese di Bergamo.

Cinquanta avvocati italiani, coordinati dalla l’avvocatessa Angela Ferravante, hanno depositato una denuncia presso il Tribunale Internazionale dell’Aia, per genocidio e crimini di guerra israeliani contro il popolo palestinese.

Chissà se la denuncia avrà un seguito e se saranno emessi mandati di cattura contro i membri del governo israeliano?…

Non crediamo: questo tribunale se la prende solo con i nemici della NATO di cui l’Olanda non solo fa parte, ma ne è pure uno dei principali esponenti, controllando la metà dei paradisi fiscali dell’Occidente.

In ogni modo, ben fatto.

.

https://t.me/intelslava/53585

Dopo avere soppiantato e surclassato l’Ucraina sulla scena politica e mediatica globale, i trucidi ed elegantoni terroristi di Hamas vogliono pure rubarle il mercato nel campo delle badanti per anziani.

Non si sa mai, qualora scoppi la pace bisognerà pure avere pronto un mestiere e un giovane ed elegante ragazzone che corrisponde sia a “o Sarracino malandrino” di Renato Carosone, che a “bello e impossibile con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale” di Gianna Nannini, ha ottime possibilità di venire scelto dalla nuora come badante della suocera al posto di una Ucraina.

.

https://t.me/channelredline/16017

Nel frattempo è successo anche questo: gli addetti militari britannico e USA delle rispettive ambasciate a Mosca a novembre si sono recati a Murmansk a rendere omaggio ai memoriali dei caduti dei “Convogli del Mare Artico” di entrambe le guerre mondiali.

I convogli dell’Artico sono stati fondamentali per sostenere l’Unione Sovietica nelle ore più buie ed i camion Ford che hanno reso possibile la logistica a Stalingrado erano stati sbarcati a Murmansk e ad Arcangelsk.

Durante la Guerra Fredda le associazioni combattentistiche dei marinai britannici ed USAmericani di questi convogli sono state le più visceralmente avverse all’anticomunismo maccartista allora imperante e hanno regolarmente organizzato rimpatriate di vecchi commilitoni in Unione Sovietica.

Non ci vuole molto a capire il perché: quando sei, senza nessuna speranza di salvezza, su un cargo silurato che sta affondando nelle acque gelate dell’Artico in tempesta e vedi spuntare dalla nebbia una vecchia e catorciosa carretta sovietica i cui marinai, rischiando a loro volta la pelle, riescono ad affiancarsi e a trasbordarti in salvo poi, quando anni dopo cercano di convincerti che sono la causa di tutti i mali del mondo, ti incavoli un po’. Magari pure un pochino tanto…

.

https://t.me/YediotNewsChat/4440

Interessante cartone animato in stile manga (o è un hentai?) coreano/giapponese, ma di origine palestinese, che sintetizza benissimo come è andata la battaglia a Gaza e perché gli Israeliani abbiano accettato la tregua (sospendendo pure l’esportazione di carri armati: gliene hanno bucati troppi e ne hanno tanto bisogno…).

.

.

https://t.me/YediotNewsChat/4468

Un altro trucido ed elegantissimo terrorista di Hamas che fa “ciao ciao” con la manina…

.

https://t.me/YediotNewsChat/4436

E se fosse successo per questo?

I diritti di esplorazione del gas marino di Gaza, attualmente assegnati ad una compagnia petrolifera britannica, scadono nel 2024.

Dopodiché l’amministrazione palestinese di Gaza avrebbe potuto anche decidere di concedere questi diritti alla Gazprom russa.

Questo non può essere molto gradito a Washington che è stata anche dietro la distruzione di Nord Stream….

.

https://t.me/AussieCossack/11294

Il momento in cui un ragazzino palestinese disarmato di 15 anni viene ucciso oggi da un cecchino israeliano a Jenin, in Cisgiordania.

.

https://t.me/YediotNewsChat/4427

Un militare israeliano dedica ogni esplosione a Gaza al secondo compleanno della figlia…

Della serie “credi che basti avere un figlio per essere un uomo e non un coniglio”, come cantava Vasco Rossi.

.

.

https://t.me/channelredline/16121

Mentre una katyusha spara una salva di razzi in stile Hamas/Hezbollah da una postazione interrata e protetta, uno degli artiglieri, non importa se russo od ucraino, ha trovato qualcosa di meglio da fare.

Questo filmato fa il paio con quelli dei trucidi miliziani di Hamas, vestiti all’ultima moda guerrigliera, che fanno “ciao” con la manina alle ragazzine ostaggio che stanno liberando.

Non dimentichiamo che tutti questi marmittoni mandati al macello come carne da cannone sono sì e no dei ventenni che non hanno ancora terminato l’adolescenza.

.

https://t.me/channelredline/16001

Una veduta a volo di uccello (drone) di Gaza oggi.

.

https://t.me/channelredline/16124

Dal Donbass: ora c’è un po’ di differenza rispetto alle immagini luminose in pieno sole dei droni che questa estate facevano esplodere i Leopard…

.

https://t.me/channelredline/15976

Grande successo non programmato delle vendite del Black Friday nei negozi Nike di Los Angeles.

.

https://t.me/ukraine_watch/12694

Robert Kennedy Jr., figlio di Robert Kennedy e nipote di John Kennedy, si è candidato alle elezioni presidenziali USA e un giornalista gli chiede quale potrebbe essere la prima cosa che farebbe da presidente.

Risponde deciso: “Farei liberare Julian Assange”.

Ovviamente su Wikipedia Robert Kennedy Jr. è definito come seguace delle teorie complottiste…

.

https://t.me/AussieCossack/11224

Filmato di propaganda ucraino in cui una bella ragazza, anche lei vestita all’ultima moda militare (roba da fare schiattare di invidia in via Monte Napoleone a Milano e in via Condotti a Roma, in via XX Settembre a Bergamo non ne parliamo neanche…), finge di essere in prima linea.

La realtà è che l’esercito ucraino è alla frutta e ha iniziato gli arruolamenti forzati di donne.

Quale è la situazione reale al fronte la vedete nella nota successiva.

.

https://t.me/antinatocoalition/13903

Nel secondo video, si può vedere una sostanziosa quantità di cadaveri di soldati di morti in battaglia ad Adveeka (morti da poco, non c’è ancora il rigor mortis) che vengono gettati in uno scantinato.

.

https://t.me/ukraine_watch/12693

Vecchi carri armati T64 perfettamente verniciati e, fino ad ora, usati solo per le parate vengono mandati a rinforzare la difesa della piazzaforte ucraina di Adveeka a nord di Donetsk.

È evidente che in Ucraina ormai c’è scarsità di mezzi corazzati e che butta male.

.

.

https://t.me/ukraine_watch/12730

Succede anche questo… Chi l’avrebbe mai detto?

“Dall’inizio della guerra, i produttori ucraini hanno fornito alla Russia pezzi di ricambio per aerei ed elicotteri per un valore di 370 milioni di rubli”.

“In totale, durante la guerra l’Ucraina ha venduto alla Russia parti di aerei per un valore di almeno 650 milioni di rubli”.

D’altronde trenta anni fa, durante le guerre civili jugoslave, i cronisti stranieri si stupivano perché si vedevano spesso ustascia croati in armi in mezzo a cetnici serbi pure in armi, e viceversa, che scherzavano tra loro.

A ripensarci è chiaro cosa stavano facendo: commerciavano. Chissà che cosa…

.

https://t.me/AussieCossack/11215

Che palle questi integralisti religiosi.

Di qualsiasi fede siano…

.

https://www.tehrantimes.com/news/491475/Breaking-bread-and-borders-a-taste-of-Italy-in-Tehran

E concludiamo con una buona notizia (almeno questa).

Come al solito gli eredi dei Persiani sono sempre attentissimi a quello che fanno gli eredi dei Romani (così come i Turchi lo sono nei confronti degli eredi delle Repubbliche Marinare ed i Cinesi nei confronti degli eredi di Marco Polo e di Matteo Ricci):

Spezziamo il pane e i confini: un assaggio d’Italia a Teheran.

L’ambasciata di Roma a Teheran ha organizzato un evento culinario che è andato oltre il semplice gusto per entrare nel mondo dell’artigianato, della memoria e del patrimonio culturale.

L’ambasciatore italiano, Giuseppe Perrone, ha attribuito grande importanza al significato culturale dell’evento, affermando: “La cucina è una funzione sociale molto importante e quindi dobbiamo celebrarla”.

“In effetti oggi, come vedete, un certo numero di Iraniani sono qui con noi, gustando questi piatti preparati da chef italiani, che sono venuti dall’Italia, e vogliamo promuovere questo evento insieme al popolo iraniano”.

.

http://www.bergamoincomune.it/notizie-da-oltre-cortina-06/

http://www.bergamoincomune.it/notizie-da-oltre-cortina-05/

http://www.bergamoincomune.it/notizie-da-oltre-cortina-04/

http://www.bergamoincomune.it/notizie-da-oltre-cortina-03/

http://www.bergamoincomune.it/notizie-da-oltre-cortina-02/

http://www.bergamoincomune.it/notizie-da-oltre-cortina-01/

Submit a Comment