Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Bergamo in Comune | Giugno 22, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

UNA OPINIONE DA TEL AVIV

UNA OPINIONE DA TEL AVIV

.

Pubblichiamo la traduzione di un articolo di HuffPost, notiziario “on line” USAmericano che riporta le ultime dichiarazioni del Presidente israeliano.

No comment…

.

https://www.huffpost.com/entry/israel-gaza-isaac-herzog_n_65295ee8e4b03ea0c004e2a8

.

IL PRESIDENTE ISRAELIANO AFFERMA CHE NON CI SONO CIVILI INNOCENTI A GAZA

“E’ un’intera nazione là fuori che è responsabile”, ha detto Isaac Herzog mentre Israele ordina a 1,1 milioni di palestinesi di evacuare le loro case.

Paul Blumenthal

13 ottobre 2023, 11:43

.

Najaf (Irak) – Tabellone di benvenuto agli stranieri sopra il controllo passaporti all’aeroporto internazionale

.

Mentre Israele sta effettuando una massiccia campagna aerea in vista di una prevista invasione di terra su vasta scala della Striscia di Gaza, il presidente israeliano Isaac Herzog ha dichiarato venerdì che tutti i cittadini di Gaza sono responsabili dell’attacco perpetrato da Hamas in Israele lo scorso fine settimana che ha causato la morte di oltre 1.200 persone.

“È un’intera nazione là fuori che è responsabile”, ha detto Herzog in una conferenza stampa venerdì, “non è vera questa retorica secondo cui i civili non sono consapevoli, non sono coinvolti. Non è assolutamente vero. Avrebbero potuto ribellarsi. Avrebbero potuto combattere contro quel regime malvagio che ha preso il controllo di Gaza con un colpo di stato”.

Quando un giornalista ha chiesto a Herzog di chiarire se intendeva dire che dal momento che gli abitanti di Gaza non hanno rimosso Hamas dal potere “questo li rende, implicitamente, obiettivi legittimi”, il presidente israeliano ha affermato: “No, non ho detto questo”.

Ma poi ha dichiarato: “Quando hai un missile nella tua dannata cucina e vuoi spararlo contro di me, posso difendermi?”

I commenti di Herzog seguono l’annuncio di Israele di aver ordinato agli 1,1 milioni di residenti del nord di Gaza di evacuare, probabilmente prima di un’invasione di terra. Israele ha lanciato migliaia di volantini sul nord di Gaza e ha lasciato messaggi vocali venerdì indirizzando le persone a lasciare le loro case e fuggire a sud.

.

Gruppi per i diritti umani e le Nazioni Unite hanno denunciato l’ordine di evacuazione.

“Le Nazioni Unite ritengono impossibile che un tale movimento abbia luogo senza conseguenze umanitarie devastanti”, ha dichiarato Stéphane Dujarric, portavoce del Segretario Generale delle Nazioni Unite. “Le Nazioni Unite chiedono con forza che qualsiasi ordine di questo tipo, se confermato, venga revocato evitando ciò che potrebbe trasformare quella che è già una tragedia in una situazione calamitosa”.

“Ordinare a un milione di persone a Gaza di evacuare, quando non c’è un posto sicuro dove andare, non è un avvertimento efficace”, ha detto Clive Baldwin, consulente legale senior di Human Rights Watch. “I leader mondiali dovrebbero parlare ora prima che sia troppo tardi”, ha aggiunto.

Fabrizio Carboni, direttore regionale del Vicino e Medio Oriente per il Comitato internazionale della Croce Rossa, ha dichiarato in una dichiarazione che sia la punizione collettiva dei civili da parte di Israele che la presa di ostaggi da parte di Hamas sono violazioni del diritto internazionale umanitario.

.

Gioia del Colle (Bari) – Monumento all’ultimo rogo d’Europa, quello effettuato nel 1799 dai “Lazzari” del Cardinale Ruffo ai giacobini locali della Repubblica Partenopea.

.

“Ora siamo in contatto con Hamas e funzionari israeliani come parte degli sforzi su questo tema”, ha detto Carboni in una dichiarazione. “Come intermediari neutrali siamo pronti a condurre visite umanitarie; facilitare la comunicazione tra ostaggi e familiari; e per facilitare ogni eventuale rilascio.”

Inoltre, una piccola manciata di politici del Partito Democratico USA ha denunciato sia l’ordine di Israele di evacuare il nord di Gaza sia la dichiarazione di Herzog di sostegno alla punizione collettiva.

“L’espulsione di massa di oltre 1 milione di persone in un giorno è pulizia etnica”, ha detto Ilhan Omar (deputato democratico del Minnesota) ha detto sui social media.

“Capisco che [Herzog] voglia attaccare Hamas”, ha detto il deputato Mark Pocan (deputato democratico del Wisconsin) sui social media. “Ma le convenzioni internazionali devono essere applicate, la protezione degli innocenti deve essere rispettata e richieste irrealistiche come spostare 1,1 milioni di persone in 24 ore sono ridicole. Israele perderà il sostegno pubblico e danneggerà persone innocenti”.

L’amministrazione Biden ha rifiutato qualsiasi tentativo di criticare le azioni militari israeliane, compresa la denuncia delle richieste di de-escalation come “ripugnanti”.

Le forze di difesa israeliane hanno detto giovedì di aver già sganciato più di 6.000 bombe su Gaza, un’area due volte più grande di Washington, DC, con una popolazione di 2,2 milioni, metà dei quali sono bambini. La campagna di bombardamenti ha ucciso più di 1.500 persone, tra cui 500 bambini, e ferito più di 6.000 persone finora, secondo il Ministero della Salute di Gaza.

Israele ha anche tagliato ogni accesso all’elettricità e all’acqua a Gaza. L’unica centrale elettrica di Gaza ha esaurito il carburante l’11 ottobre, lasciando gli ospedali a funzionare con generatori di riserva.

Finora, più di 400.000 palestinesi sono stati sfollati all’interno di Gaza, secondo le Nazioni Unite.

Ma non c’è nessun posto dove andare.

L’unico valico di frontiera con l’Egitto è chiuso. Israele l’ha bombardata ripetutamente dall’inizio della guerra e l’Egitto si rifiuta di ammettere i rifugiati.

I commenti di Herzog a sostegno della punizione collettiva seguono una serie di dichiarazioni disumanizzanti da parte dei leader israeliani in seguito al massacro di civili da parte di Hamas.

“Stiamo combattendo gli animali umani e agiamo di conseguenza”, ha detto il ministro della Difesa Yoav Gallant il 9 ottobre, due giorni dopo l’attacco.

“Gli animali umani devono essere trattati come tali”, ha detto il maggior generale dell’IDF Ghassan Alian il 10 ottobre. “Non ci sarà elettricità e acqua [a Gaza], ci sarà solo distruzione. Volevi l’inferno, otterrai l’inferno”.

.

Submit a Comment