Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Bergamo in Comune | Giugno 22, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

MATTEOTTI 2024, PERÒ QUESTA VOLTA È SOPRAVVISSUTO (PER ORA)

MATTEOTTI 2024, PERÒ QUESTA VOLTA È SOPRAVVISSUTO (PER ORA)

.

Pubblichiamo l’intervista completa al Primo Ministro slovacco, Robert Fico, rilasciata nell’ospedale in cui tuttora è ricoverato dopo essere stato salvato in extremis dalle pistolettate di un “pirla eccitato/gasato da ignoti nei bar dei perdigiorno di Bratislavia”.

.

https://t.me/LauraRuHK/8618

.

Pubblichiamo anche il “link” ad un vergognoso articolo in cui la propaganda del MinCulPop definisce questa intervista come “reazione rabbiosa e liberticida per il futuro della Slovacchia” (sic) e come tentativo di “formare un nuovo gruppo di estrema sinistra rosso-bruna “ (sic, di nuovo).

Siamo in piena propaganda bellica.

Valutate un po’ voi…

https://www.eunews.it/2024/06/06/fico-slovacchia-attentato-video-attacco/

.

Noi ci limitiamo a ricordare che, senza tirare in ballo John Kennedy, Aldo Moro e Olaf Palme (i cui omicidi, pur se irrisolti o comunque poco chiari, sono stati chiaramente effettuati direttamente da apparati bene organizzati) di assassini commessi da “pazzi solitari” nei confronti di personalità pacifiste o troppo autonome la storia recente dell’Occidente è un tantinino troppo abbondante.

Tre nomi per tutti: Martin Luther King negli USA, Yitzhak Rabin in Israele e Jo Cox in Gran Bretagna.

.

In ogni modo eccovi qui il testo integrale dell’intervista a Robert Fico che, ovviamente, il MinCulPop mediatico nostrano ha malamente commentato, ma non pubblicato.

.

La Slovacchia è un piccolo Paese, ma ha politici di grande spessore e la sua posizione sulla scena internazionale non è sempre facile.

Non tutte le maggiori democrazie sono state contente quando ho rifiutato di bombardare Belgrado, o quando ho ritirato i militari slovacchi dall’Iraq, quando ho bloccato l’introduzione obbligatoria di quote per i migranti illegali, od ho respinto con decisione la proposta di eliminare la possibilità di veto tra gli Stati membri della UE.

La politica estera autonoma della Slovacchia, basata sull’appartenenza alla UE e alla NATO ma rivolta a tutti i quattro angoli del mondo, non va di moda.

La situazione dei rapporti tra le posizioni politiche che rappresento ed i partners della UE e della NATO ha subito un peggioramento dopo l’inizio della guerra in Ucraina.

Guerra in cui abbiamo rifiutato di fornire un qualsiasi aiuto militare all’Ucraina o di metterle a disposizione le armi dei nostri arsenali; forniamo solo aiuti umanitari e continuiamo a preferire la pace alla guerra.

Questo conflitto in Ucraina ha esaltato la UE e la NATO che hanno formulato il concetto del pensiero unico corretto.

Questo comporta che la guerra in Ucraina deve proseguire ad ogni costo per indebolire la Federazione Russa.

Coloro che non si identificano in questo pensiero unico obbligatorio sono immediatamente bollati come agenti russi e vengono politicamente emarginati a livello internazionale.

È una brutta constatazione, ma il diritto ad avere una opinione diversa ha cessato di esistere nella Unione Europea.

.

.

Dopo avere vinto le elezioni parlamentari nel settembre 2023 quando il partito socialista SMER-SSD ha cercato di formare il suo quarto governo, sono iniziate ad accadere cose assurde.

Il Partito Socialista Europeo, a cui da lungo tempo SMER-SSD aderisce, invece di congratularsi per la vittoria ha sospeso la sua adesione, dichiaratamente per visioni differenti sulla guerra in Ucraina e per le nostre riserve sulle loro visioni estremiste delle questioni etiche.

Durante la conferenza V4 a Praga si è verificato un tentativo, fortunatamente infruttuoso, di spaccare questa struttura di cooperazione regionale con la giustificazione che Slovacchia e Ungheria hanno visioni troppo differenti sulle questioni internazionali.

La riluttanza di alcune grandi democrazie ad accettare che la Slovacchia abbia una politica internazionale sovrana ed autonoma è diventata acqua portata al mulino delle opposizioni slovacche che avevano conquistato il potere nel 2020 dopo avere sfruttato senza limiti il caso, tuttora irrisolto, dell’omicidio di un giornalista e della sua fidanzata contro il mio terzo governo dal 2016 al 2020.

Il governo che è stato formato dalle attuali opposizioni dal 2020 al 2023 si è pienamente sottomesso ai voleri degli Stati più grandi, soprattutto dopo l’inizio del conflitto in Ucraina.

Ha immediatamente adottato il concetto di pensiero unico corretto e ha letteralmente saccheggiato gli arsenali slovacchi riducendo significantemente le capacità di autodifesa e aderendo in pieno al campo di coloro che vogliono una soluzione militare della guerra in Ucraina.

In cambio il governo slovacco ha potuto agire come voleva.

Tra il 2020 e il 2023 si è verificato un massiccio abuso del Codice penale per liquidare le opposizioni, rappresentanti delle opposizioni sono stati arrestati ed incarcerati senza prove e si sono verificati casi di morti all’interno delle carceri.

Come capo delle opposizioni sono stato incriminato quattro volte senza alcun riscontro oggettivo a causa della mia attività politica.

Per tre anni abbiamo potuto constatare le attenzioni della UE nei confronti della Slovacchia, anche se non una parola di critica è stata detta a proposito della allora scarsa qualità dell’applicazione delle leggi in Slovacchia e degli abusi del governo per eliminare l’opposizione politica.

Nessuno, nè della UE nè dei rappresentanti delle grandi democrazie occidentali, ha mai fatto domande sulla morte dell’avvocato Krivoçenko, o del generale Lucansky, o a proposito dei procedimenti penali dimostratamente manipolati.

Per le grandi democrazie l’avere forze politiche a disposizione e pronte a fare qualsiasi cosa per favorire interessi stranieri, anche se in contrasto con gli interessi nazionali, è più importante del dominio della Legge in Slovacchia.

.

.

Dopo le elezioni del settembre 2023, quando lo SMER-SD ha costituito il suo quarto governo insieme ai suoi alleati, ha anche riaffermato il diritto della Slovacchia ad avere una politica estera sovrana, autonoma ed orientata verso tutti i Paesi del mondo.

La opposizione attuale, incoraggiata dall’aiuto delle democrazie maggiori nel 2020-2023, ha continuato ad attaccare e ad accusare il governo.

Le opposizioni sapevano e sanno che il diritto ad avere una propria opinione ed una politica estera sovrana ed autonoma non gode di molti appoggi nelle organizzazioni internazionali di cui la Slovacchia fa parte.

Allo stesso tempo hanno reso chiaramente evidente e continuano a farlo che sono favorevoli ad un pensiero unico obbligatorio, che appoggiano la guerra in Ucraina, che sono favorevoli all’abrogazione del diritto di veto e che considerano la Cina e la Russia come nemici mortali.

Dalle elezioni del 2023 abbiamo potuto constatare che nessuno ha cercato di frenare l’incremento delle aggressioni effettuate dalle opposizioni, non lo hanno fatto né il sistema mediatico, né le ONLUS, né i capi di Stato, né tantomeno Bruxelles o la NNATO.

Le minacce fisiche contro politici di alto livello del governo, vedasi il caso del membro del Consiglio Nazionale della Repubblica Slovacca Erik Kalinak e di sua moglie, o di Lubos  Blaha, sono diventate la regola per i rappresentanti dell’opposizione.

L’odio e l’aggressività della attuale opposizione, coperti e tollerati dal sistema mediatico, delle organizzazioni non governative finanziate da Stati stranieri, sfortunatamente senza alcuna reazione da parte delle organizzazioni internazionali, hanno avuto un notevole incremento dopo l’elezione a Presidente della Repubblica del candidato della coalizione, Peter Pellegrini, nella primavera di questo anno.

Il cosiddetto gruppo dei “bar di Bratislavia” aggredisce, a volte anche fisicamente, i funzionari governativi; l’opposizione organizza provocazioni alle celebrazioni di festività nazionali e insulta coloro che sono stati costituzionalmente eletti; veri e propri attori dopo i loro comizi politici di opposizione attaccano i funzionari governativi in modo teatrale, anche durante trasmissioni televisive.

L’opposizione non mostra alcun rispetto per i risultati elettorali democratici o per le autorità.

Bisogna anche aggiungere che, dopo le elezioni parlamentari del settembre 2023, il governo SMER-SSD non ha effettuato alcuna ritorsione per i precedenti comportamenti dell’opposizione tra il 2020 e il 2023, quando essa era al potere.

.

Cari amici, il 15 maggio ad Handlova non si è trattato di un attacco di un pazzo.

.

L’opposizione fa abuso delle ingerenze delle grandi democrazie per obbligarci ad avere il pensiero unico obbligatorio in politica estera e per impedire la possibilità di una opinione autonoma da parte dei piccoli Paesi.

Nella politica interna slovacca questo si manifesta con eccessi violenti e pieni di odio contro le istituzioni democratiche e legittime che vengono tollerati senza alcun commento a livello internazionale.

L’opposizione non ha la capacità di valutare le conseguenze delle proprie azioni, perché nessuno la obbliga a farlo, in particolare dove ha portato alcuni settori della società con le proprie politiche di odio e di aggressione: era solo una questione di tempo prima che una tragedia si verificasse.

Oggi sono arrivato alla conclusione che dopo quanto mi è accaduto il 15 maggio, visto che non mi ero avvicinato ad una folla ma ad un piccolo gruppo che credevo essere di amici, dovrei essere pieno di rabbia, odio e voglia di vendetta.

L’essere contrari a posizioni politiche non si risolve sparando al politico.

Al contrario.

Desidero esprimere l’opinione che tutto il male che ho sofferto e che sto ancora soffrendo porterà a qualcosa di buono.

Il popolo ha potuto vedere con i suoi occhi l’orrore che si scatena quando qualcuno non è capace di competere democraticamente e di rispettare l’opinione altrui.

Nemmeno io sono un angelo politico e sono capace di essere duro.

Nemmeno i governi che ho guidato sono stati perfetti e tante cose avrebbero potuto essere svolte meglio in un altro modo.

Proprio per questo la possibilità di fare le cose differentemente e meglio e di avere opinioni diverse dovrebbe essere la base di ogni competizione democratica vera.

Non si possono imprigionare o addirittura ammazzare coloro che hanno opinioni politiche differenti, per nessuna ragione.

L’opposizione deve riflettere su questo.

Se si continua in questo modo l’orrore del 15 maggio, che voi tutti avete potuto vedere praticamente in diretta, continuerà e ci saranno altre vittime.

Non ho dubbi su questo, nemmeno per un attimo.

.

.

Cari amici, come conclusione desidero esprimere il mio ringraziamento al personale medico dell’ospedale di Banska Bystrica.

Sono stati grandi.

Non potrò mai dimenticare i medici presenti ad Handlova e il servizio di ambulanza elitrasportato.

Vi ringrazio anche per tutte le manifestazioni di solidarietà di cui sto solo ora apprezzando l’ampiezza che è incredibile.

La apprezzo di cuore.

Sono sicuro che la nostra società si calmerà e che ci incontreremo di nuovo in modo produttivo e pacifico.

Auguri a tutti, ma teniamo le dita incrociate.

.

Robert Fico

Submit a Comment