Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Bergamo in Comune | Novembre 29, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

CONSIDERAZIONI SUGLI ULTIMI EVENTI BERGAMASCHI

CONSIDERAZIONI SUGLI ULTIMI EVENTI BERGAMASCHI

.

Messa in archivio la trionfalistica presentazione bergamasca del PNRR di lunedì 22 novembre presso il Kilometro Rosso la vita di questa città continua e gli eventi reali non sono altrettanto trionfalistici.

Focalizziamoci su un paio di questi ultimi:

  • La segnalazione ad UNESCO da parte di un ingegnere bergamasco dei seri dubbi che esistono circa la stabilità nel tempo della parete principale della scavo sotto la Rocca del Parcheggio della Fara

  • L’Ordinanza n.1 della Commissaria alla realizzazione del “Nuovo collegamento ferroviario stazione di Bergamo – Aeroporto di Orio al Serio” emessa pochi giorni prima della ennesima manifestazione popolare, una fiaccolata in questo caso, per chiedere la realizzazione di buona qualità di questa opera pubblica.

.

Non possiamo che condividere la segnalazione ad UNESCO dei dubbi sulla stabilità della parete del Parcheggio di Città Alta, dal momento che è sostanzialmente in accordo con quanto da noi pubblicato ad aprile dopo avere esaminato il nuovo bando della società di gestione.

.

http://www.bergamoincomune.it/12-04-21-bergamo-parking-fara-note-sui-documenti-progettuali-per-il-completamento/

.

Abbiamo constatato come il taglio che viene dato a questa nuova segnalazione sia ancora possibilista perché propone di fare con evidenza quanto si era originato il dubbio che il gestore volesse comunque fare senza renderlo noto più di tanto, vale a dire il supportare la parete con le strutture del parcheggio.

In ogni modo, se si dovesse/volesse fare sul serio un lavoro del genere, allora una perizia di ente neutro sullo stato effettivo della parete diventerebbe affatto inevitabile e, sarà anche una opinione soggettiva, ma non si ritiene che la probabilità che ne derivino cose sgradevoli sia trascurabile.

Dopo di questo, in funzione dei risultati della perizia, verrebbe il turno di un progetto di supportazione statica vero e proprio.

E qui, sarà anche questa una opinione soggettiva, verranno fuori strutture massicce, tempi di realizzo mica tanto a buon mercato ed ammortizzo dei costi notevolmente dilatato sia per il levitare dei medesimi che per la riduzione dei posti auto a causa della maggiore dimensione dei contrafforti di sostegno…

.

Abbiamo letto con estremo interesse l’Ordinanza n.1, datata 29 ottobre, della Commissaria alla realizzazione del “Nuovo collegamento ferroviario stazione di Bergamo – Aeroporto di Orio al Serio” e di altre tre opere ferroviarie: “Raddoppio Ponte San Pietro – Bergamo – Montello”, “Linea Gallarate – Rho” e “Linea Milano – Genova: quadruplicamento tratta Milano Rogoredo – Pavia”.

.

https://www.fsitaliane.it/content/dam/fsitaliane/Documents/opere-strategiche/nuovo-collegamento-ferroviario-stazione-di-bergamo—aeroporto-orio-al-serio/OpereStrategiche_Ordinanza_n1_novembre2021_VeraFiorani.pdf

.

Una prima osservazione è che non siamo informati che anche le altre tre opere ferroviarie abbiano la scadenza obbligatoria delle Olimpiadi Invernali del 2026 e si origina una prima domanda: perché il treno di Boccaleone sì e loro no? Cos’è questa discriminazione?

Una seconda è che viene data risposta alla domanda su che cosa esattamente significhi l’espressione “semplificazione delle procedure”, abbondantemente ripetuta nel corso dell’incontro di presentazione del PNRR bergamasco, senza che ne venisse data una minimamente esaustiva descrizione, soprattutto per quanto ne riguarderà le conseguenze pratiche.

“Semplificazione delle procedure” significa quanto definito all’articolo 7 dell’Ordinanza che recita testualmente: “L’approvazione del progetto da parte della Commissaria d’intesa con il Presidente della Regione territorialmente interessata sostituisce ogni diverso provvedimento”.

In una parola: decidono in due e la popolazione residente conta tanto quanto dichiarato da Alberto Sordi in quel capolavoro che è il “Marchese del Grillo” di Monicelli: “Io so’ io! E voi non siete un (omissis)”…

Tuttavia una porta aperta ad un intervento politico serio rimane perché articolo 4 prescrive: “La Commissaria (…) approva i progetti, d’intesa con il Presidente della Regione territorialmente competente. L’approvazione è sostitutiva, ad ogni effetto di legge, di ogni autorizzazione/ parere/ visto/ nulla osta occorrenti, eccezion fatta:

  • Per le autorizzazioni relative alla tutela ambientale, per le quali i termini dei relativi provvedimenti sono dimezzati;

  • Per le autorizzazioni relative alla tutela di beni culturali e paesaggistici, che, decorsi infruttuosamente i termini ivi indicati, si intendono acquisite con esito positivo.

(…)”.

Quindi bisogna fare osservazioni sulla tutela ambientale ed i beni paesaggistici e queste osservazioni possono essere l’unica possibilità per il Comune di Bergamo per ottenere che questa opera sia realizzata secondo i principi della buona tecnica e non secondo il “Presto! Presto! Presto!” di coloro che sono interessati solo ad incassare i finanziamenti pubblici, degni discendenti di coloro che hanno realizzato quella squisitezza che è il rondò dell’autostrada ai tempi di Italia ’90.

.

Le conclusioni delle considerazioni su questi due eventi bergamaschi sono molto semplici:

.

  • Il Comune ha una opportunità d’oro per chiudere la questione Parcheggio della Fara.

Non ci vuole molto a capire che un gestore ed una impresa che, per ipotesi, avessero realizzato un’opera non vogliamo dire “pericolante”, ma non corrispondente ai decreti ministeriali per i manufatti edili, oltre che ai contratti, sono facilissimamente liquidabili senza grandi danni economici per il Comune stesso. Questa opportunità si era già presentata nel 2008 e non è stata colta. È arrivata una seconda possibilità, ognuno valuti come sarà considerato in futuro chi eventualmente non saprà coglierla. Esisteranno ancora i costi per la messa in sicurezza ed il ripristino e si vedrà come supportarli.

.

  • Il Comune ha l’opportunità di chiedere una opera pubblica da manuale se deciderà di intervenire per la salvaguardia ambientale e paesaggistica della linea metropolitana per Orio. Deve solo decidere di farlo e prendere ad esempio quanto avviene a 45 km di distanza con la Linea 4 della Metropolitana Milanese (o treno per l’aeroporto di Linate che dir si voglia), completamente interrata in mezzo alle strade con palazzi di sette piani del centro di Milano.

.

Diciamo che la qualità di una Amministrazione Comunale sarà assegnata e ricordata anche in funzione della sua capacità di svolgere queste azioni richieste dalla popolazione residente.

Certo ottenere finanziamenti è molto importantissimo, ma è vero anche che il sapere utilizzare questi finanziamenti e fare le cose bene è molto più importantissimo.

.

Bergamo, 27.XI.2021

.

Marco Brusa

Submit a Comment