Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Bergamo in Comune | Novembre 29, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

(14.01.21) UNA PICCOLA STORIA BERGAMASCA

(14.01.21) UNA PICCOLA STORIA BERGAMASCA

… a proposito di PGT cittadino, in particolare Ambito Territoriale 20 – Parco Ovest…


Il sottoscritto è stato contattato dal comitato di quartiere del Villaggio degli Sposi per avere consigli circa la partecipazione sia al nuovo PGT, che alla VAS, che per la Stanza Verde della Trucca e per l’Ambito di Trasformazione 20, meglio noto come Parco Ovest.

In particolare tale comitato aveva richiesto al sottoscritto di partecipare ad un incontro Meet.Google il 14 gennaio tra gli assessori Valesini ed Angeloni e le reti di quartiere di San Tomaso e di Villaggio degli Sposi ed aveva inviato l’indirizzo e-mail del sottoscritto alla Operatrice Servizio Reti di Quartiere dopo una comunicazione scritta della medesima per estendere l’invito a chi è “interessato a partecipare all’incontro che non ha mai interagito in rete”.

La mattina è stata ricevuta una telefonata dal Comune con l’operatrice che dichiara che era per assicurarsi della effettiva esistenza della persona e per evitare connessioni anonime; la telefonata si conclude con la conferma dell’operatrice alla partecipazione al tele-meeting della sera e l’invito del sottoscritto a salutare l’assessore Giacomo Angeloni che ho il piacere di conoscere personalmente.

Alle ore 20:02 arriva una e-mail della Operatrice Servizio Reti del Comune che riporto testualmente:
Condivido un messaggio di aggiornamento in merito alla partecipazione all’incontro di stasera.
L’incontro di questa sera è stato proposto come incontro degli assessori con le reti di quartiere di San Tomaso e Villaggio Sposi e dunque rivolto a residenti e realtà che con continuità partecipano alla vita delle reti stesse. Non si tratta dunque di un incontro allargato a tutti i residenti e ai gruppi del quartiere e della città, come alcuni hanno forse inteso. Il link per l’incontro di stasera verrà dunque inviato alle realtà e ai residenti che partecipano abitualmente alla vita delle due Reti.
Vale naturalmente l’invito per i residenti e le realtà del quartiere a partecipare ai prossimi incontri di rete e alla vita stessa della Rete di quartiere, sapendo peraltro che gli assessori realizzeranno assemblee pubbliche nei prossimi mesi sui temi del Parco Ovest 2”.

Alle 20:08 il Comitato di Villaggio degli Sposi, il cui statuto permette l’adesione al comitato stesso anche se non ivi residenti, mi inoltra il nuovo link per l’incontro Meet.Google.

Provo a collegarmi e ricevo in risposta la comunicazione che “uno dei partecipanti alla chiamata ha respinto la tua richiesta di partecipazione”.

L’unico che può respingere è Administrator, in questo caso il Comune di Bergamo stesso.

Strana partecipazione quella in cui si censura chi desidera partecipare.
E non ditemi che sono in buona (cattiva, direi) compagnia, visto quanto succede al buon (naughty) Trump…

Ho idea che l’Ambito di Trasformazione 20 – Parco Ovest – stia diventando molto più importante di piazza Dante.

Saluti
ing. Marco Brusa

14 gennaio 2021

***

NOTE SU EVENTUALI PROGETTI EDIFICATORI SULL’AREA DEL PARCO OVEST

Sulle aree del progetto edificatorio delle aree ex-BAS e di quelle limitrofe a sud il PGT vigente prevede l’Ambito di trasformazione AT 20 – Parco Ovest 2 – esplicitamente inserito anche nell’elaborato DP3.10 – La Cintura Verde della città di Bergamo.

Nei documenti del PGT vigente tale area è definita come area libera già compresa nella UMI 2 del PN 20 del PRG Secchi con una sede A2A nella parte nord classificata in Cat. A – Superficie urbanizzata dismessa.

Sempre nel PGT vigente gli obiettivi di questo Ambito di trasformazione sono definiti essere:

  • Completamento del Parco Ovest con la UMI 2 già prevista dal PRG di Secchi.

  • Configurazione delle connessioni ambientali e fruitive tra le aree del Parco Ovest e le aree del Parco Agricolo Ecologico.

  • Costituzione di un filtro ambientale e fruitivo tra Parco Ovest e Stanza Verde della Trucca attraverso il quartiere del Villaggio degli Sposi.

  • Riqualificazione e conversione funzionale dell’insediamento di A2A lungo via Moroni.

  • Ricomposizione dei rapporti tra gli insediamenti e via Moroni anche attraverso la realizzazione di funzioni ed architetture di qualità.

  • Introduzione di nuovi servizi in grado di promuovere una concreta rivitalizzazione del quartiere del Villaggio degli Sposi.

Inoltre a tale ambito vengono assegnate (vedasi tab. DP1, DP2 e DP3.10) le seguenti connessioni sia con altre parti del vigente PGT che con il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP):

  • Connessione ambientale al sistema sovralocale (PTCP del 2004)

  • Connessione ambientale alla Stanza Verde (SV.1 – Parco Trucca) a nord del Villaggio degli Sposi in corrispondenza di via Federico Bergonzi, Interessata anche da contiguità con Bosco arboreo di progetto.

  • Connessione alla Cintura Verde della città di Bergamo.

  • Connessione al Parco Agricolo Ecologico.

Tra i Criteri Insediativi riportati nel PGT vigente si possono citare i seguenti:

  • L’altezza degli edifici verrà definita tenendo conto degli elementi di fruibilità visiva esplicitati nello Studio Paesistico di dettaglio allegato al PGT.

  • Conservazione della matrice morfogenetica delle aree agricole.

  • Valorizzazione delle aree libere attraverso una attenta progettazione del parco, attuando gli indirizzi contenuti negli studi per il Parco Agricolo Ecologico.

  • Minor consumo di suolo.

  • La concentrazione volumetrica deve essere collocata nella porzione nord del perimetro dell’AT 20 (privilegiando la demolizione e ricostruzione dei fabbricati esistenti dell’ex sede BAS) al fine di consentire la continuità del parco urbano previsto nell’area e di preservare la maggiore superficie permeabile possibile.

Viene anche molto ben definito il valore percentuale di indirizzo della SLP (Superficie Lorda di Pavimento) ammissibile per le nuove costruzioni, siano esse residenziali o terziarie (alberghi). La SLP è un parametro edilizio che determina insieme all’altezza dell’edificio il Volume edificabile che, ovviamente, deve risultare non superiore al volume massimo edificabile su quel determinato lotto.

Un intervento sulla destinazione dell’area, e magari anche sul volume edificabile, rispetto a quanto previsto dal PGT vigente è possibile sia dovuto solo da due cause ben precise:

  1. Applicazione e realizzazione di quanto già previsto senza modificazioni sostanziali ma con preparazione di un piano attuativo.

  2. Cancellazione o completo travisamento per altra causa che nulla ha a che fare con l’Ambito Territoriale 20, ma che viene considerata talmente importante da poterlo portare alla cancellazione senza riguardo verso le sue ragioni di essere.

Ragioni che il PGT vigente assegna a rivitalizzazione sia per i residenti locali che per tutti gli altri di Bergamo città e provincia.

Questa altra causa, ad esempio, potrebbe essere una necessità per le finanze comunali di acquisire oneri di urbanizzazione, necessità talmente impellente da arrivare a far cancellare per acquisire liquidità un ambito quale il Parco Ovest.

Bisogna tenere presente che, a causa della crisi derivata dal CoVID, il Comune di Bergamo ha entrate molto minori, ad es. dalla partecipazione a SACBO, e non è ancora per nulla chiaro come queste entrate potranno essere rimpiazzate.

A proposito del nuovo PGT di Bergamo si parla molto di “partecipazione”, tuttavia nessuna relazione circa la situazione del bilancio comunale risulta essere stata prodotta fino ad ora e il travisamento completo di un ambito fondamentale come quello del Parco Ovest viene genericamente motivato con imprecisati “bisogni di cassa” per altre opere pubbliche.

Una domanda che senz’altro si pone è:

Come si fa a partecipare se non si ha idea della situazione del bilancio comunale?

Ad una prima stima approssimata gli oneri di urbanizzazione del progetto sulle aree del Parco Ovest di cui si ha avuto notizia dagli organi di stampa hanno un importo ben superiore alle spese per la ristrutturazione del sistema di edifici in Borgo Pignolo, di cui si è avuta notizia sempre dalla stampa, che verrebbe così a ricoprire solo un tipico esempio di “grimaldello politicamente corretto”.

Una serie di domande sulla situazione del bilancio comunale e sulla “necessità” di reperire soldi con gli oneri di urbanizzazione andranno sicuramente poste: sono LA questione, non un andare fuori tema.

Si rimarca inoltre che l’importanza dell’area a sud della ex-BAS fino ad ora destinata a Parco Ovest non è solo nella presenza di vegetazione e di fauna particolari, ma è principalmente nel suo “essere lì” in quanto tale.

Vale a dire nell’essere una preziosa area di campagna residua all’interno di un territorio fortemente antropizzato che solo se conservata e migliorata può assegnare il titolo di “buona amministrazione” all’ente pubblico che la amministra.

Oltre a questo rimangono attuali altre domande di cui si forniscono solo alcuni esempi:

  • Quale è il programma di attuazione per la Stanza Verde SV.1 nel PGT vigente relativa alle aree verdi presenti a nord del Villaggio degli Sposi in corrispondenza di via Federico Bergonzi?

Si tratta di una Stanza Verde destinata a connessione ambientale con il Parco Agricolo per garantire la continuità ambientale tra Parco dei Colli ed il Parco Agricolo-Ecologico vero e proprio.

  • Come sta procedendo l’integrazione del Parco Agricolo-Ecologico all’interno del Parco dei Colli di Bergamo?

E’ da oltre un mandato comunale che se ne parla, ma non risulta essere stato realizzato alcun atto amministrativo definitivo per l’attuazione di questa integrazione.

Qualora le pratiche siano ferme presso un altro Ente Pubblico (ad esempio la Regione Lombardia), allora è da chiedere al Comune di Bergamo chiediamo quali sono le azioni che sono in atto per sollecitare tale altro Ente Pubblico e per ottenere questo ampliamento del Parco dei Colli che può essere solo un grande bene per la città di Bergamo considerata nel suo insieme.

  • Dove si può trovare, sia nella VAS che nel PGT, una chiara istituzione programmatica di quanto recentemente affermato dal signor Sindaco Giorgio Gori a proposito di un possibile futuro ampiamento della contestata proposta di autostrada Bergamo-Treviglio fino all’Asse Interurbano?

Tale ampiamento distruggerebbe il Parco Agricolo Ecologico e non si può che condividere l’affermazione rilasciata alla stampa dal signor Sindaco: “La tangenzialina che dal casello di Dalmine arriverebbe all’asse interurbano non serve”.

Questa affermazione dovrà essere inserita chiaramente ed organicamente sia nella VAS che nel PGT in fase di rinnovo.

Bergamo, 12 gennaio 2021

Ing. Marco Brusa

P.S.: siti internet dei documenti citati:

Submit a Comment