Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Bergamo in Comune | Giugno 22, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

SARÀ UNA RISATA CHE VI SEPPELLIRÀ

SARÀ UNA RISATA CHE VI SEPPELLIRÀ

.

Anche quest’anno il XXV aprile è stata una festa, rallegrata sia dalla presenza dei Palestinesi la cui Resistenza ha dato un significato di profonda attualità alla ricorrenza, sia dalle bordate di festosi fischi che, finalmente, il nostro signor Sindaco si è gioiosamente beccato mentre stazionava sotto la bandiera dell’Ungheria e ammirava quella dell’Ucraina.

In effetti se il nostro non dovesse sentirsi Italiano, a noi che lo siamo, non può che rincuorarci.

Temevamo di non riuscire a fischiarlo perché il suo mandato è ormai in scadenza e, mentre lo ringraziamo di cuore per avercene finalmente offerta l’opportunità, rimarchiamo come nessuno degli altri oratori sia stato fischiato.

Magari, al contrario del nostro, sono stati attenti a dire cose condivise o, per lo meno, condivisibili…

.

.

Ringraziamo anche i Neo-Ebrei, crediamo di San Nicandro Garganico ma non ne siamo sicuri, per avere portato lo striscione della Brigata Ebraica, dando così un ulteriore tono di colore e di allegria all’intera manifestazione.

Costoro hanno pure svolto altre simpatiche iniziative ludiche: quali la bandiera USA sulle spalle ed un cartello equiparante la Brigata Ebraica all’Ucraina sotto la definizione di “eroi dell’antifascismo”, peccato che in piazza sotto il palco ci fosse anche una bandiera ucraina con il motto dei nazisti di Stepan Bandera, noti massacratori di Ebrei, che ha guastato l’insieme.

Un consiglio a questi San Nicandresi: la prossima volta mettetevi anche un grosso naso a palla rosso ed una vistosa parrucca gialla, sarete più credibili.

.

.

In tutta la giornata, nonostante il tentativo di uno spezzone di ritardare l’ingresso in piazza del grosso del corteo andando a passo di lumaca in via Pignolo, si è verificato solo un piccolo incidente: un fascistoide ha cercato di impedire l’ingresso in piazza all’auto con gli altoparlanti dei Palestinesi sedendosi sul cofano.

È stato fraternamente abbracciato e convinto a spostarsi.

Però, in seguito, ha sentito il bisogno di aggredire alle spalle il compagno che teneva il microfono strappandoglielo di mano e frantumandolo e, dopo questa prodezza, ha preferito cambiare aria.

Considerato che questo fascistoide è noto come aderente ad un partito di centro-sinistra e pure come attivista sindacale, l’episodio si presta ad una semplice considerazione: come è vero che il fascismo nasce a sinistra, così è pure vero che i fascistoidi nascono nel centro-sinistra.

La verità fa male.

.

Un altro simpatico e divertente episodio: il tentativo di una nota forza di centro-sinistra di impedire alla coda del corteo di giungere in piazza in tempo per il comizio del nostro signor Sindaco: allo scopo è stato utilizzato il ben noto “passo di lumaca che blocca tutti”. Ma non è servito…

.

Ultima considerazione, anche se sappiamo che ad alcuni non piacerà: il Progetto Adriana Locatelli come iniziativa collettiva è terminato.

Se qualcuno lo preferisce, rimarrà come contrattazione individuale di alcuni singoli.

Purtroppo questa iniziativa, per l’ennesima volta, ha dimostrato in piazza di non essere di unione, ma di divisione e ha, di nuovo, spezzato l’unità del corteo.

Questo implica la non possibilità di ogni ulteriore condivisione del progetto.

.

In ogni modo questo XXV aprile è stato molto partecipato ed è ovvio che sia così: la guerra ed i fascisti/fascistoidi fanno paura a tutti.

.

Bergamo, 25 aprile 2024

Marco Brusa

Submit a Comment