Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Bergamo in Comune | Aprile 22, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

CONVERSIONE SULLA VIA DI TREVIGLIO?

CONVERSIONE SULLA VIA DI TREVIGLIO?

.

I Camaleonti del PD.

.

I Camaleonti del PD ora dicono che bisogna farsi carico dei processi autorizzativi degli insediamenti relativi alla logistica.

Come sembrano lontani i tempi in cui in nome dello sviluppo si sosteneva in pubbliche discussioni che la pianificazione era un cane morto (fu definita un “legaccio che fermava lo sviluppo”).

Infatti per anni, e non molti anni fa, il PD provinciale ha sostenuto a livello provinciale che solo progetti infrastrutturali (le grandi opere) erano il motore vero dello sviluppo economico ( in curiosa assonanza con quello che diceva l’arcinemico cav. Berlusconi).

Progetti che come la BREBEMI e la BG/Treviglio hanno avuto proprio nel PD (e nei sindacati) alcuni dei più convinti sostenitori.

I risultati li vediamo oggi nella deregolamentazione selvaggia che accompagna lo sviluppo della logistica.

.

.

E il PD alfine protesta (le elezioni amministrative ed europee si avvicinano).

.

Ora scopre non solo la devastazione in termini di consumo di suolo (anche in luoghi delicati o di rilevanza ambientale), ma anche che, essendo questi siti logistici realizzati senza alcuna pianificazione, creano un forte impatto viabilistico oltre che sulle realtà urbanistiche e sociali amministrative limitrofe.

Si scopre inoltre, scoprendo l’acqua calda, che i nuovi poli logistici portano nuovi lavoratori, cioè nuovi residenti.

(Classificherei tre le cose di cattivo gusto la sottolineatura della consigliera provinciale del PD con delega alla Pianificazione urbanistica Chiara Drago che ha ritenuto utile precisare: “che spesso si tratta di persone di origine straniera”.

Una coloritura di gusto razzista che ci si sarebbe aspettato da un esponente di FdI o della Lega.

Ma questi sono gli amministratori (del centrosinistra) che passa il convento…

.

.

Ma tant’è, ora il PD “scopre” che questi nuovi cittadini (Italiani o emigrati) hanno bisogno di case, di scuole, di servizi e di integrazione.

Cioè scopre che in assenza di qualunque pianificazione il livello della vivibilità e dei servizi degli abitati decade bruscamente creando conflitti e marginalità.

Quindi come dicevamo noi serviva un’attenta pianificazione, quella che ci è stato detto per anni (e l’assessore PD Valesini di Bergamo dice anche in questi giorni sulla stampa presentando il PGT) che è un inutile esercizio utopistico.

Ora il PD scopre che questa affermazione è una solenne stupidaggine.

E chi doveva farla questa pianificazione?

La Regione certamente e gli enti locali comunali.

Ma il livello di coordinamento spettava coerentemente alle Province.

Quelle Province che Renzi (allora segretario del PD) ha aspramente criticato dichiarandole enti inutili e che sono state svuotate di potere, anche per colpa del Partito Democratico con la legge del ministro (PD) Delrio.

Ora, essendo il PD relegato all’opposizione, ammette che è stato un errore.

Lo è stato certamente, ma lo pagano i cittadini che poi quando vanno nell’urna (se ci vanno) non lo dimenticano.

.

.

E in fine la questione della qualità del lavoro (indecorosa) che questi nuovi Poli logistici (tramite l’uso delle cooperative) garantiscono.

Viene denunciata la pura verità, ma PD e i sindacati è da oltre un decennio che fanno finta di non vedere quello che succede in quelle aziende.

Aziende che spesso vessano i lavoratori, tramite cooperative di comodo, con salari da fame e condizioni di lavoro inaccettabili.

Lavoratori che quando protestano subiscono aggressioni anche dalle forze dell’ordine schierate a difesa degli interessi padronali come all’inizio del ‘900 (basta vedere le ultime lotte alla Italtrans).

Tutte cose su cui il PD non ha mai proferito verbo (Quando i lavoratori Italtrans cercarono di protestare a Bergamo durante la festicciola di lancio di BG-BS città della cultura furono caricati dalle forze dell’ordine il sindaco Gori non ha battuto ciglio).

E il PD non ha detto nulla perché queste condizioni sono semplicemente il frutto delle varie riforme del mondo del lavoro promosse proprio dal PD, sino all’ultima schifezza il Jobs Act di Renzi.

Quindi bene il ravvedimento. oltre la zona Cesarini, ma forse alle parole (che si sprecano in questo disgraziato paese in periodo pre-elettorale) dovrebbero prima seguire i “mea culpa” e poi i fatti.

.

Bergamo, 08 ottobre 2023

Francesco Macario – Ex-assessore all’Edilizia Privata nella Giunta Bruni

.

https://www.bergamonews.it/2023/10/07/consumo-di-suolo-pd/636406/

Submit a Comment