Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Bergamo in Comune | Aprile 22, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

RICHIESTA DI UNA SOMMOSSA POPOLARE DA ISRAELE

RICHIESTA DI UNA SOMMOSSA POPOLARE DA ISRAELE

.

Avete letto bene: non dalla Palestina, proprio da Israele.

.

Pubblichiamo la traduzione parziale di un articolo del quotidiano “liberal” israeliano “Haaretz (La Terra)” da cui risulta in modo inequivocabile come l’attuale guerra di Gaza stia suscitando enormi preoccupazioni in quella parte minoritaria della società israeliana che non è integralista religiosa (la parte maggioritaria sta discutendo su come distruggere il Duomo della Roccia e la moschea di Al-Aqsa a Gerusalemme perché “lo vuole dio” (sic)… Già, perché Dio è un tiramolla che si può tirare come si vuole a seconda del proprio fanatismo e della propria pazzia – NdR).

Risulta evidente, nonostante le scempiaggini quotidianamente propinate dalle campane fesse del MinCulPop mediatico nostrano, come la preoccupazione di questa minoranza di Israeliani non sia tanto solo quella di perdere la guerra con Hamas a Gaza, ma che si stia mettendo a serio rischio l’esistenza stessa dello Stato di Israele, ormai decisamente in mano ad una cricca di “signori della guerra” guidati dalla follia del loro fanatismo religioso e da biechi calcoli politici/militari di corto respiro.

Si è arrivati al punto che i più seri tra gli Israeliani chiedono apertamente che avvenga una sommossa popolare per rovesciare il proprio governo.

Semplicemente inaudito, ma sono molte le faccende mai sentite prima (o dimenticate dopo la dipartita per ragioni anagrafiche della generazione del ’45) che stiamo sentendo o che presto sentiremo…

.

.

https://www.haaretz.com/opinion/2024-03-20/ty-article-opinion/.premium/an-sos-to-sane-israelis-save-us-from-netanyahu-and-his-insane-government/0000018e-5d17-d312-a7df-dfbf95790000?utm_source=mailchimp&utm_medium=email&utm_content=author-alert&utm_campaign=Uri+Misgav&utm_term=20240320-23:35

.

SOS AGLI ISRAELIANI SANI DI MENTE: SALVIAMOCI DA NETANYAHU E DAL SUO GOVERNO FOLLE

.

Questa è una chiamata di emergenza.

Il momento della verità è arrivato.

Anzi, è già passato.

Ma ora c’è una reale possibilità di riportare a casa gli ostaggi che sono ancora vivi e fermare i combattimenti, e Netanyahu è determinato a sventarla.

Prego i vertici diplomatici, politici e della difesa: non perdete questa occasione.

Il momento è adesso, e Netanyahu è palesemente inadatto al suo compito.

È divorziato dalla realtà.

Agisce per deliri messianici e di persecuzione.

Gioca a fare la vittima, convinto che il mondo intero sia contro di lui.

Si tratta di un fenomeno storico ben noto dei dittatori: la loro follia cresce.

.

.

A quanto pare è anche malato.

Il colore della sua pelle è grigio giallastro.

Il sopracciglio sinistro è obliquo.

La sua mano destra è paralizzata nelle articolazioni.

Il suo ufficio si rifiuta con veemenza di condividere le sue condizioni di salute.

Quando ha avuto problemi cardiaci la scorsa estate, è stato inizialmente annunciato che era a reidratarsi sul Mare di Galilea.

Prove attendibili della sua cattiva salute son arrivate dalla sua apparizione al Comitato per la Sicurezza Nazionale della Knesset questa settimana.

Netanyahu sembra molto cattivo e il suo viso è grigio.

È uscito un gran numero di volte (a quanto pare per andare in bagno).

La sua camminata è meccanica, come quella di un burattino”.

Un uomo anziano e indaffarato può soffrire di dolori e spossatezza, ma il loro occultamento e la frode sono inaccettabili, soprattutto in tempo di guerra.

.

Peggio ancora è la sua condizione mentale.

Ha annunciato questa settimana: “Siamo in una doppia campagna, sia militare che diplomatica”.

Ha ripetuto che tutto il mondo è contro di noi, compresi i nostri migliori amici: gli Stati Uniti, il Canada e i Paesi Bassi, che hanno minacciato o annunciato l’interruzione delle consegne di armi e la Gran Bretagna seguirà presto.

Nella sua immaginazione lui è l’eroe che “resiste alle pressioni”.

Ha spiegato ai soldati della base militare di Ofer (utilizzati come ornamento effimero) che la guerra è già durata più di cinque mesi e che “questo è un record nella storia delle guerre di Israele”.

Sei pazzo!

L’intero concetto di difesa di Israele si è sempre basato sul fare durare le guerre al minimo, per prevalere rapidamente e ottenere vantaggi diplomatici con il sostegno internazionale.

L’uomo che ha causato il più grande disastro di Israele promette che la guerra non finirà, e ha presentato la conquista di Rafah come la roccia della nostra esistenza, come se fosse la presa di Berlino nel 1945.

.

Sta precipitando Israele verso l’abisso.

Questa settimana ha annunciato ufficialmente che qualsiasi “concessione” nei negoziati deve ottenere la sua approvazione personale.

Che tipo di pseudo-democrazia è stata creata qui?

Da quando tutto viene deciso dall’assurdità di un uomo instabile?

In realtà, Israele non è più una democrazia.

Non ci sono governo e opposizione e separazione dei poteri.

Si è in presenza di un regime familiare, di una corte bizantina e di un “nido del cuculo” sempre più colorato di fascismo e teocrazia messianica.

.

I soldati che vengono uccisi non fanno più notizia.

Nessuno parla nemmeno dei feriti.

E vengono uccisi e feriti in una guerra in luoghi che l’IDF aveva già conquistato (Shifa Hospital, Zeitoun, Shujaiyeh), ma Hamas è riuscito a riprenderli perché Netanyahu si rifiuta di prendere in considerazione qualsiasi piano per fare ordine sul terreno.

Il sangue dei soldati e quello degli ostaggi che non torneranno è solo nelle mani di Netanyahu e del suo governo.

A questo punto, la responsabilità ricade anche sugli alti funzionari dell’esercito, dello Shin Bet e del Mossad che stanno chinando il capo in segno di sottomissione.

Sul procuratore generale che ha taciuto.

Sui media obbedienti.

Sui leader economici.

E su di noi.

Gli israeliani sani di mente che trovano mille scuse per non scendere in piazza.

.

Fratelli d’armi, scrollatevi di dosso la stanchezza della battaglia.

Non esiste più democrazia!

Questo è il momento di incendiare il paese e rovesciare questo governo pazzo ed il malato che è alla sua testa.

.

Tel Aviv, 20 marzo 2024

Uri Misgav

Submit a Comment